Accedi al sito
Serve aiuto?

Chi Sono



NOTA BIOGRAFICA


Filippo Salvatore Chisari nato a Paternò,nel 1960, vive e lavora i n Sicilia,presso la Soprintendenza ai beni culturali di Catania,dopo una breve parentesi al nord dove si era trasferito per ragioni di lavoro.Ha dovuto interrompere gli studi in giovane età, dove più tardi si è diplomato . Ha cominciato prestissimo a scrivere versi e tanto altro con passione, contribuendo ad accrescere la letteratura Italiana., I temi prediletti sono certamente legati alla sua personalità estroversa, la natura l'amore per la vita,per il suo paese il rifiuto delle violenze e delle barbarie, la sua sicili­ anità presente i n alcuni brani, e in tal 'uni altri scritti che dà tutto di se sentendosi pieno cittadino del mondo comprendendo l'importanza dell'integrazione razziale e la brutale stupidità di qualsiasi forma di emarginazione verso cittad ini o culture differenti, considerate forme" d'innesto di razze" in questo universo che tutti li accoglie e li contiene . Nel 1996 pubblica la sua prima raccolta di poesie dal titolo "le mie prime" Edito dalla casa editrice Libro Italiano, che ha ottenuto il Premio Selezione, riscuotendo grandi consensi. Così scrive l'editore S.Fava:
e ali'amore inteso come rapporto con l'amata e come espressione del profondo legame con la propria terra d'origine . Si nota anche la tendenza ad un lirismo contemplativo, dove la natura è nello stesso tempo fonte ispiratrice e dimensione idilliaca, in cui l'autore trova rifugio per ritemprare le proprie forze necessarie nella quotidiana lotta per la sopravvivenza». Nel 2003 pubblica "Amore e po­esia" sempre edito da Libro Ital iano, vince i l premio selezione e nello stesso anno il premio"Maria Grazia Cutuli". Tante le partecipazioni a concorsi letterari di importanza nazionale quale: Premio Luzi, Premio Alda Merini, Premio Accademia dei bronzi di Catanzaro, Premio Art (enter. Tanti altri riconoscimenti e targhe. Presente in diverse antologie. Dopo una lunga riflessione esce il suo ultimo lavoro il "'Poema Dell'amore", Prefazione dello scrittore Michele Giacomantonio .
 

Hanno parlato di lui Piero Airaghi, Angelo Abadessa, Michele Giacomantonio,
Carmelo Cozzo, Carla Colombo
.